mercoledì, febbraio 23, 2011

Occhi del drago - "Longan"


Il mio compagno di classe di tedesco, Tao, di ritorno dalla Cina ha portato un sacchetto pieno di "occhi del drago".

A prima vista potrebbero essere scambiati per Lychee, ma non e' cosi'.
Questi frutti, infatti, vengono fatti essicare e poi, rotto il guscio, si degustano come "noccioline".

Confrontandomi con un'altra compagna, abbiamo convenuto che il gusto e' un incrocio tra un fico secco ed un dattero

Per i curiosi, o per chi ne vuole sapere di piu':

Dimocarpus      oppure Longan 

Nella foto, sulla destra, c'e' il frutto vero e proprio, con il suo guscio, prima della sbucciatura.
A sinistra, invece, il seme  ,)


Un po' qua ... und ein bisschen dort

Nessun commento: