giovedì, dicembre 08, 2016

Spritzgebäck 2016

Certo che in questa ondata di dolci, ho continuato a seguire le tradizioni.

Questa volta con i biscotti, ricetta di Oma.
A mio avviso e' buona ma forse un po' troppo burrosa e zuccherosa (almeno per me), mentre per i "topi" di casa e' andata piu' che bene.

Al momento sono in attivo con _soli_ 2kg di biscotti.
Considerando che siamo in 3... ne avremo abbastanza (ma sto gia' pensando di fare dei piccoli pacchettini e spedirli in giro).


In fase di raffreddamento, aspettando la seconda teglia

Pronti per la cottura

.. ricette usate.. rubate ad Oma...

Come avrei potuto fare - velocemente - tutti questi biscotti?
E come dargli la forma (piu' o meno bella)?

Sicuramente con il mio Ken e la trafila per biscotti.
Si, certamente ho dovuto provare prima di trovare la consistenza giusta, anche perche' le ricette del ricettario sono tutte sbagliate, ma i consigli (mettere in frigo prima dell'utilizzo, sono fattibili).

{ Se la Barbie ha il suo Ken, anche io ho il mio. }

il Kenfood sempre con me :)

La prima versione di "Spritzgebäck" e' stata fatta con scorza di limone; il secondo mezzo kg con cannella.

Qui, invece, i Nussecke (non ancora diventati triangoli) ma in raffreddamento.

Nussecke in raffreddamento
Si, c'e' tanto ancora da migliorare.
Ma di Natali ce ne sono ancora, ed ho quindi tempo per apprendere e fare prove.


Un po' qua ... und ein bisschen dort

mercoledì, dicembre 07, 2016

Lebkuchen - con mousse di mela

Wikipedia dice quanto segue:

I Lebkuchen (conosciuti anche come Pfefferkuchen, Gewürzkuchen e più anticamente come Honigkuchen) sono biscotti speziati, tipici della Germania ma famosi anche presso le altre popolazioni di lingua tedesca, come in Alto Adige. Sono una specialità tradizionalmente natalizia.[1]
La ricetta dei Lebkuchen non è standard, ma ne esistono decine di variazioni, a seconda delle regioni. I Lebkuchen per antonomasia sono comunque quelli di Norimberga,[2] di cui gli ingredienti sono frutta secca (nocciole, noci o mandorle), agrumi canditi, uova, miele, farina, zucchero, marzapane e varie spezie come cannella, anice, zenzero, pimento, chiodi di garofano, noce moscata. Spesso i Lebkuchen vengono ricoperti di cioccolata o di glassa.

A mia discolpa posso dire che li preparo con mousse di mela, senza frutta secca o altro, ma con abbondante spezie (qui si trovano direttamente i mix in bustina) ed in modo facilitato.

Semplici, veloci, senza ostie ma leggeri.

Lebkuchen: In fase di raffreddamento
Lebkuchen: Glassati al cioccolato
Una volta preparato l'impasto, si lascia raffreddare.
Poi si ricopre con cioccolato fuso e si tagliano i "bocconi".

Si, dovrei allenarmi un poco di piu' nella "levigatura", ma sembra piu' "rustico" e casalingo.

Buona preparazione!

La ricetta?
Eccola!

150 g Butter
200 g Zucker, braun
Ei(er)
300 g Mehl
1 EL Kakaopulver
1/2 TL Salz
1 1/2 TL Natron
1 1/2 TL Zimt
3/4 TL Nelke(n), gemahlene
3/4 TL Kardamom
1 1/2 Tasse/n Apfelmus

Die Butter mit dem Zucker schaumig rühren und die Eier nach und nach unterrühren. Das Mehl mit den übrigen Zutaten, außer dem Apfelbrei, mischen und unterrühren. Den Apfelbrei zum Schluss unterrühren. Man kann nach Belieben noch 125 Gramm Rosinen oder 50 g. gehackte Walnüsse unterheben. Die Masse auf ein gefettetes Backblech streichen und bei 175 Grad 20-30 Minuten backen. Dann mit Schokoguss, Liebesperlen oder Schokostreuseln garnieren und in Quadrate schneiden.



Un po' qua ... und ein bisschen dort

martedì, dicembre 06, 2016

Nikolaus 2016

Quest'anno Nikolaus si e' ricordato anche di me!

Ecco le nostre scarpe (sporche e puzzolenti...).
BLEAH!

Nikolaus e' arrivato

Dobbiamo essere sicuri di aver visto bene...
Le scatole per mettere in ordine i componenti elettronici non sono minimamente state considerate (e quando mai??).
In compenso i libbri hanno fatto una ottima scena


Prima o poi mi tocchera' trovarli in italiano (scaricabili).
Giusto per sapere cosa legge mio figlio e ride convulsamente...




Un po' qua ... und ein bisschen dort

venerdì, dicembre 02, 2016

Referendum

Lettera ricevuta
In qualita' di italiana residente all'estero, ed iscritta nel registro dell'AIRE, ho avuto la piacevole sorpresa di ricevere la suddetta lettera nella casella della posta.

Non dico altro.
Come neppure diro' il mio voto.

Buona giornata!


Un po' qua ... und ein bisschen dort

giovedì, dicembre 01, 2016

Panettone - 2016

Per par conditio, ecco anche il mio Panettno - versione 2016.

Anche quest'anno ho voluto replicare e, gia' che c'ero, anche raddoppiare la produzione (da 3 a 6!).

La farina utilizzata e' stata quella della Garofalo Rossa, un kg scarso, ma ho aggiunto, almeno per il secondo giro, anche della normale 00.
Diciamo che, visto il risultato, non mi posso lamentare.
Sarebbero potuti risultare piu' brutti (anche se si sono schiacciati ugualmente, ma con i pirottini attuali e' un po' difficile evitare questa situazione), magari piu' smorti.

Spero solo nella cottura...




Vera lievitata

Impasto fatto, con aggiunta di canditi e uvetta

Seconda lievitazione, prima di infornare

Troppo critica questa fase.. non ho la pazienza necessaria

Piccolo plumcake, con la massa avanzata

In fase di raffreddamento
Anche quest'anno ho usato la stessa ricetta, tratta dal Lievitario.

Ma ci sono alcuni punti che ho capito ulterioremente:

- preparare quando tutti dormono
- non farsi distrarre dal figlio, altrimenti ci si dimentica di inserire ingredienti e/o si sbagliano i tempi 
- preparare tutti gli ingredienti con largo anticipo
- leggere piu' volte la ricetta
- inutile acquistare le uova, il brick e' semplicemente meraviglioso e semplice da usare!.

La prima serie e' stata fatta con canditi e uvetta.
la seconda con scorza d'arancio e gocce di cioccolato.




Un po' qua ... und ein bisschen dort

mercoledì, novembre 30, 2016

Christstollen - Weihnachtsstollen o più semplicemente ... Stollen - 2016

E si inizia con la preparazione dello Stollen.

Come sapete, si tratta di un dolce tipico di qui, fatto in diversi modi e con diversi ingredienti.
In casa non e' che ne andiamo pazzi, soprattutto se il marzapane e' presente, ma volevo forse evitare di prepararlo?

Molte volte cucino solo per vedere effettivamente quanto tempo ci si impiega, cosi' da meglio quantizzare l'eventuale prodotto acquistato al supermercato.

Ma non facciamo paragoni!

Tutte le ricette tedesche, anche quelle passatemi dai colleghi (rubate alle loro mamme) non fanno nessun riferimento alla Pasta Madre.
L'unica ricetta trovata utilizza pasta madre solida, cosi' ho trasformato il tutto in liquida, giusto per usare la mia Vera.

Qui la potete vedere dopo il 3zo rinfresco con il latte.

La piccola Vera si da da fare..!

Anche per la farina non e' stato facile.
Nessuna indicazione, mentre la farina con proteine maggiori l'ho usata per altri scopi.
Non mi e' restato che utilizzare quella normale, la 00 (405 per i Patatolesi).

Le due lievitazioni sembrano essere riuscite perfettamente, qui la seconda:
Lo stollen alla seconda lievitazione
Passata anche la seconda lievitazione, e rimesso un po' in forma, ecco la fase della cottura.
Per Oma sembra semplice, lei ci mette solo sopra una mano (non so come faccia), per me e' il solito dramma...

Lo stollen in fase di cottura
Ed eccolo pronto, in tutto il suo spendore e rivestito di zucchero a velo!

Eccolo pronto
Questa e' una fetta dello Stollen dello scorso anno.

La ricetta era la stessa, giusto per impratichirmi maggiormente.

Comunque, dopo la cottura ed il passaggio al velo, deve restare chiuso per almeno 2 settimane, in modo da prendere tutti gli aromi.
Fetta dello Stollen dell'anno scorso



Un po' qua ... und ein bisschen dort