domenica, settembre 16, 2012

E Maribella sia...

Sempre con le Maribelle (Susina Goccia d'oro) che fare?

Ho trovato questa ricettina in rete ma, non avendo il timo ho deciso di sostituirlo con fiori di lavanda.





E qui la ricetta originale (copia-incolla):

600 gr di Mirabelle
200 gr di zucchero di canna Cassonade (Eridania)
5/6 cimette fresche di Timo arancio 
semini di una bacca di vaniglia

Privare del nocciolo le mirabelle, irrorarle con del succo di limone e frullarle fino ad ottenere un composto omogeneo. Mettere in un pentolino lo zucchero e versare all'interno anche la frutta appena frullata. Unire i semini di vaniglia, il timo arancio e portare a bollore, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Come di consueto la marmellata sarà pronta quando, dopo aver fatto cadere una goccia della stessa su un piattino, raffreddandosi non colerà. Invasare in un barattolo di vetro precedentemente sterilizzato e procedere, se necessario, con il sottovuoto. 



Un po' qua ... und ein bisschen dort

Nessun commento: