mercoledì, gennaio 16, 2013

Tagliatelle Mamma Paola con Ragu' di soia

Mamma Paola ha bussato alla porta.
Portando con se un sacchettone pieno di Tagliatelle appena fatte, freschissime, che si "attaccavano" ancora una all'altra.

Come non sprecarle?

Ho quindi pensato di preparare un ragu' alla soya (disidratata).

La prima fase e' stata quella di far rinvenire la soia disidratata, mettendola in ammollo in acqua calda/bollente per almeno 20 minuti.
Ma questo dipende anche (e molto) dalla dimensione dei "pezzetti".

Poi ho continuato con un ragu' normale, ma molto veloce:
- cipolla, sedano e carota, tritati finissimi, in un goccio d'olio (cerchiamo di limitare le calorie...)
- ho aggiunto la soia ben strizzata
- bagnato con del vino bianco (alzando la fiamma per far evaporare)
- aggiunto la passata con un pizzico di zucchero
- lasciato cuocere lentamente e coperto
- sale &  pepe, naturalmente.

Risultato?
- Tobias ha voluto la pasta con il pesto
- Stephan ha aggiunto una manciata consistente di peperoncino
- io? beh. era la prima volta che mangiavo la soya in questo modo, e non e' che sia poi malvagia. Forse basta farci l'abitudine..


Il sugo e' terminato (ne ho surgelato giusto un pochino..), la pasta anche.
Quello che posso mostrare e' la confezione di soia :)

Soja


Un po' qua ... und ein bisschen dort

Nessun commento: