sabato, febbraio 01, 2014

Ossibuchi!

Era una vita che non li mangiavo.
Tobias non li ha voluti neppure odorare, ma e' rimasto un po' sorpreso dall'osso "cavo".
Stephan non li ama.

Ma che dovevo fare?
Cucinarne uno solo?
Cosi' ne ho presi 3, non particolarmente grossi ma... il risultato e' stato delizioso (almeno per me).

Ossibuchi

Spero Allan Bay mi voglia perdonare, se non ho seguito ALLA LETTERA la sua ricetta (Cuochi si diventa) ma sono stata presa alla sprovvista, per la loro preparazione...

Ad ogni modo, eccola, dalla quale ho preso un ottimo spunto (modificandolo un po', per lo meno per quanto riguarda gli ingredienti utilizzati..

Incidete i bordi di 4 ossibuchi tratti dal muscolo posteriore del vitello e alti 4 cm con 3 piccoli taglietti ciascuno per evitare che si arriccino durante la cottura.
Infarinateli e scrollateli bene per eliminare l'eccesso di farina.
In un largo tegame rosolateli in abbondante burro 5minuti per lato. Toglieteli dal tegame, unite 6 cucchiaiate di soffritto di cipolle, 1 spicchio d'aglio e 1 bicchiere di vino bianco senz'alcool.
Con un cucchiaio di legno grattate il fondo del tegame, per staccare la crosticina, aggiungete 2 pomodori sbollentati, pelati, privati dei semi e tritati grossolanamente e lasciate inaporire per 5minuti,
Rimettete gli ossibuchi nel tegame e cuocete a cuoco basso e a recipiente coperto, bagnandoli di tanto in tanto con qualche cucchiaiata di brodo di carne, per 1h20minuti, Voltate ogni tanto la carne, alla fine regolate sale e pepe.
Intanto preparate la gremolata. Tritate 1 spicchio d'aglio e il giallo di mezzo limone e mescolate con abbondante prezzemolo tritato. Frullate il fondo, emulsionatelo con poco burro e profumatelo con la gremolata.
Disponete gli ossibuchi sui piatti, irrorateli col fondo e serviteli accompagnati da un buon risotto alla milanese.


Un po' qua ... und ein bisschen dort

Nessun commento: