domenica, novembre 29, 2015

Focaccia senza impasto


Non e' la prima volta che tento di preparare la "focaccia perfetta", croccante fuori e non troppo morbida all'interno.

Cosi' sto andando a tentativi, provando tante ricette fino a trovare quella che mi aggrada di piu'.


Oggi voglio segnalarvi la "Focaccia senza impasto con lievito madre" tratta dal Blog http://blog.giallozafferano.it/dolcesalatoconlucia/.

In particolare e' questa (copia-incolla dal sito originale):

Ingredienti per una teglia da 28-30 cm (viene piuttosto alta, per poterla farcire a metà. Oppure potreste utilizzare due teglie da 24 cm se la volete più bassa)
  • 120 g pasta madre solida (24%)*
  • 500 g di farina di tipo 0 (100%) La mia era di 11,5 % di proteine
  • 450 g di acqua frizzante (90%)
  • 1 cucchiaino di malto (o miele)
  • 10-12 g di sale (2%)
  • 20 ml di olio extra vergine d’oliva (due cucchiai)
* Con temperature estive, ho ridotto la pasta madre di 90 grammi e ridotto conseguentemente l’acqua a 400 grammi.
Per l’emulsione finale
  • 10 ml olio extravergine d’oliva
  • 10 ml acqua
  • q.b. di sale grosso
  • origano a piacere (o altre spezie a piacere)
Procedimento
Rinfrescare come di consueto la pasta madre. Al raddoppio, spezzettarla in una ciotola, aggiungervi metà dell’acqua, il cucchiaino di malto e scioglierla con l’aiuto di un cucchiaio. Dovrà formarsi una schiumetta (se volete, utilizzate un frullatore ad immersione). Aggiungere il resto dell’acqua, poi aggiungere gradualmente tutta la farina, mescolando sempre con l’aiuto del cucchiaio o di una spatola di silicone. Il bello di questa focaccia è proprio quello di essere senza impasto! Unire l’olio extra vergine d’oliva a filo e mescolate per farlo amalgamare uniformemente all’impasto. Infine, aggiungete il sale e mescolate sempre avvalendovi dell’aiuto di una spatola o del cucchiaio.
Far riposare l’impasto nella ciotola per 45 minuti, coperto da pellicola (puntata).
Poi oleare bene una teglia da 30 cm circa e versarvi l’impasto, allargandolo con i polpastrelli delle dita, precedentemente unte di olio (io ho usato la solita spatola). Dovrete ricoprire tutta la superficie della teglia con l’impasto
Coprire con pellicola, facendo in modo che non aderisca alla superficie e porre la focaccia a lievitare fino al raddoppio, in un luogo caldo e riparato. Come ho già avuto modo di ripetere in altre ricette, le condizioni ideali per il raddoppio sono date da una temperatura costante di circa 26°-27°. Per quanto riguarda i tempi di lievitazione, i tempi sono indicativi e potrebbero volerci dalle 6 alle 8 ore. Regolatevi a vista.
In estate sono bastate 4 ore e mezza. In inverno occorrerà più tempo ovviamente.
Al raddoppio avvenuto, prima di infornare, mettere sulla superficie della focaccia l’emulsione preparata in precedenza, mescolando semplicemente olio ed acqua in parti uguali. Quindi, creare degli avvallamenti con le dita, spargere un po’ di sale grosso sulla superficie, eventualmente anche spezie a piacere, come origano o aghi di rosmarino fresco. Mi raccomando di essere delicati per non rompere le bolle di lievitazione. Siate delicati anche nello spostamento della teglia verso il forno.
Infornare la focaccia in forno ventilato e pre-riscaldato a 200° per circa 25-30 minuti o fino a quando la superficie si sarà colorita.


La mia lievitazione


Alveolatura

Quanto rimasto...



Un po' qua ... und ein bisschen dort

Nessun commento: